ATELIER


FORESTERIA

L’ospitalità è da sempre una caratteristica peculiare del Tascabile che nel corso degli anni ha costruito una rete internazionale di collaborazioni.
Attività quali Il Teatro Vivo, il Fondo librario, Incontri d’attore e altre attività attualmente in fase di studio, sarebbero agevolate dalla possibilità di ospitare artisti e studiosi direttamente nella sede del teatro.
In relazione a questa esigenza è nato il progetto per la foresteria, collocata alla quota del chiostro, costituita da tre camere indipendenti, ciascuna dotata di un proprio bagno, per un’ospitalità complessiva di sette persone. Una sola grande cucina, luogo di condivisione per eccellenza, sarà ad uso degli ospiti della foresteria e dei membri del TTB.

SALE PROVA

La scelta di realizzare nuove sale prova nel monastero del Carmine deriva dalla stringente necessità di spazi indipendenti adatti a ospitare le numerose attività del Teatro Tascabile.
Collocate a livello del chiostro, saranno dotate delle attrezzature necessarie allo svolgimento di attività legate al teatro, alla danza e alla musica. Le sale saranno corredate da locali e spazi di servizio dedicati e saranno ben collegate con i magazzini.

MAGAZZINI

Ogni spettacolo realizzato porta con sè un corredo di elementi materiali: costumi, oggetti di scena, porzioni di allestimenti, meticolosamente archiviati e custoditi in vista delle repliche future.
Il monastero del Carmine offre degli spazi adeguati alla conservazione e alla manutenzione di questi materiali. In particolare il piano direttamente sotto alle sale prova e il piano “ammezzato” che si trova sopra la foresteria, sembrano particolarmente adatti allo scopo. In questi luoghi gli interventi riguardano prevalentemente il collegamento con il resto delle attività. Si prevede la realizzazione di due scale d’accesso (attualmente i locali ne sono sprovvisti) e l’installazione di un montacarichi che permetta di collegare il passo carrale alla quota di via Boccola con la quota del chiostro.

LOGICA DI INTERVENTO

Il corpo di fabbrica settentrionale del Carmine è frutto di una serie di momenti costruttivi che si sono susseguiti e giustapposti nel corso di diversi secoli. All’interno dei suoi ambienti troviamo un repertorio di elementi architettonici, plastici e pittorici di pregio accostati a interventi edilizi di rilievo inferiore.
In questo contesto pare prioritario operare per la messa in sicurezza e conservazione degli elementi originali per poi procedere all’inserimento degli impianti e alla realizzazione delle nuove partizioni interne, adoperando il criterio di reversibilità e riducendo al minimo l’impatto sul materiale edilizio esistente.

OPERE DI RESTAURO

Rimozione delle tinte ammalorate e di intonaci realizzati con malte cementizie incongruenti, rifacimento di intonaco nelle zone asportate, nelle lacune e nelle fessurazioni di maggiore entità; discialbo e pulitura dove necessario; operazioni di pulitura e consolidamento delle decorazioni dipinte.

SOTTOFONDI

Viste le quote del finito in relazione al piano di calpestio del chiostro si prevede la realizzazione di sottofondi di spessori molto bassi, con l’inserimento di strato per il taglio acustico.
Non si prevede la realizzazione di massetti impiantistici poiché la quasi totalità delle reti verrà collocata nel controsoffitto.

CONTROSOFFITTI

All’interno dei locali i solai in laterocemento rappresentano la superficie meno pregiata a cui ancorarsi per l’installazione delle reti impiantistiche.
Gli impianti saranno nascosti da apposite controsoffitature studiate in modo da lasciare in vista la maggior parte degli elementi decorativi che si trovano sulle pareti.

PARTIZIONI INTERNE

Anche le partizioni interne rispondono a criteri di leggerezza e reversibilità. Tali partizioni verranno realizzate in cartongesso e i punti di contatto con le pareti esistenti saranno studiati in modo da non recare danno a elementi di valore eventualmente presenti.
Nei locali di servizio le pareti saranno protette con contropareti in cartongesso.

SCALE DI COLLEGAMENTO

L’intervento prevede la realizzazione di due scale per il collegamento delle sale prova con i magazzini. Le scale saranno realizzate in carpenteria metallica e saranno vincolate alla struttura esistente in modo da non modificarne il comportamento statico e da non recare danni alle strutture esistenti.

Progetto promosso da
TTB Teatro tascabile di Bergamo
Accademia delle Forme Sceniche
Comune di Bergamo
Con il patrocinio di
Università degli Studi di Bergamo